Il derby con Varese è il ritorno al Forum dopo la grande umiliazione: palla a due definitiva per un nuovo ciclo?

Centosettantacinquesimo derby tra Olimpia Milano e Pallacanestro Varese al Forum d’Assago. Padroni di casa che dicono 100-74 nel computo complessivo dei precedenti, 56-27 tra le mura amiche per 8 successi negli ultimi 8 confronti. Palla a due domenica sera alle ore 20.45, dirige Carmelo Lo Guzzo coadiuvato da Mark Bartoli e Andrea Bongiorni.

La squadra di Simone Pianigini, tre successi in tre gare ufficiali, riparte dalle prime certezze della stagione, con un Davide Pascolo che sarà ancora nei 12 ma non utilizzabile. Una gestione ragionata quella dell’ala friulana, unico vero indisponibile oltre all’americano Patric Young. D’altro canto, il coach senese pare voler proseguire sulla sua strada, lasciando in tribuna Mantas Kalnietis, Zoran Dragic e Kaleb Tarczewski. Ultime ore di disoccupazione, prima del massimo impegno europeo. Da lunedì partirà infatti la missione Mosca (palla a due con il Cska giovedì alle ore 19, in uno dei due match inaugurali di EuroLeague), e allora ecco che per i “tre” sarà tempo di esordio. In vece di chi? Certamente di Simone Fontecchio, magari di un Davide Pascolo ancora in cerca di condizione, senza dimenticare le soluzioni dei vari Andrea Cinciarini, Awudu Abass (rallentato da un piccolo acciacco in settimana), Marco Cusin (attacco influenzale negli scorsi giorni) e Cory Jefferson (il peggiore in questo avvio di stagione).

Dubbi che comunque esulano il concetto centrale della domenica: il ritorno dell’Olimpia Milano al Forum. Era il 2 giugno quando l’Aquila Trento passeggiò sulle macerie biancorosse in gara-5 di semifinale scudetto, chiudendo con un netto 82-102 la gestione di Jasmin Repesa. Ad un centinaio di giorni di distanza una nuova squadra si affaccia in una tana che il coach croato riteneva troppo “pressante”, e che il successore senese ha spesso violato da avversario attirandosi non poche inimicizie. Una parte del tifo ne ha poi mal accolto la firma in estate, un’altra non si è negata agli applausi nella notte della presentazione al Paladesio. Ora il ritorno per la seconda di campionato, l’occasione per dare il definitivo via al tutto.

E Varese? Tre quarti di fiera battaglia contro i campioni d’Italia di Venezia, prima di essere seppellita dalla stessa forza del primo progetto di Attilio Caja, ovvero Dominique Johnson (22 punti con 5/9 da 3). Squadra rinnovata con minori certezze (il che non precluderebbe maggiori sorprese), che da Eric Maynor, e dal citato Dominique Johnson, passa a Cameron Wells e Antabia Waller, reduci alla soglia dei 30 anni dalla miglior stagione in carriera. Play da p&r e transizione il primo, tiratore e ottimo difensore il secondo: più che inneschi per il pivot Tyler Cain, sottodimensionato come Anosike prima di lui, ottimo rimbalzista ma assolutamente sotterrato dai lunghi di Venezia domenica scorsa. Intorno, persa la fisicità di Eyenga e l’esperienza di Kangur, dentro due realizzatori come Okoye e Hollis, senza dimenticare l’esuberanza di Avramovic e l’atletismo di Pelle.

Varese

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...