Stefano Tonut: All’esordio in EuroLeaue avevo i brividi. Aiuto con le piccole cose

Oggi Stefano Tonut scenderà in campo da avversario contro la “sua” Reyer Venezia. La guardia ne ha parlato con Sportando

Oggi Stefano Tonut scenderà in campo da avversario contro la “sua” Reyer Venezia. La guardia di Olimpia Milano ne ha parlato con Giuseppe Malaguti di Sportando.

SU OLIMPIA MILANO

«Quando firmi per una squadra del valore di Milano ovviamente sai a cosa vai incontro, sai che tipologia di squadra avrai e che tipo di compagni. Quindi alla fine devi capire velocemente il tuo ruolo; io onestamente sto cercando di fare il massimo per recuperare il mese ‘perso’ mentre ero in Nazionale; l’estate è comunque importante per conoscersi, soprattutto per un giocatore che arriva in una squadra nuova. È fondamentale velocizzare quel percorso di conoscenza sia con i compagni sia con il sistema di gioco. Nel mio piccolo sto cercando di aiutare con piccole cose la squadra perché qui sono tutti dei grandi giocatori, io l’ultimo degli arrivati nel vero senso della parola: ho solo da imparare. Cercare di ricavare minuti anche da piccole cose è il mio principale obiettivo; sicuramente non guardare le statistiche, ma il tabellone finale. Ci saranno anche momenti più negativi, ma anche cose più positive e sarà fondamentale cercare di rimanere mentalmente più solidi possibile».

SU EUROLEAGUE

«L’Eurolega è un torneo affascinante! Nella prima sfida con l’ASVEL mi ricordo che avevo Pippo Ricci vicino a me e gli dissi che avevo i brividi. Erano tanti anni che la guardavo in televisione e tanti anni che la sognavo. La realtà è che non sai ma se potrai comunque raggiungere l’Eurolega perché ovviamente il nostro percorso da giocatori può variare da un giorno all’altro. Basta un infortunio o qualsiasi altra cosa. Dunque avere la fortuna di iniziare questo cammino è nel contempo emozionante e stimolante. In settimane come queste giochi due volte, senza un minuto di pausa, sudando sino alla fine perchè alla fine sono tutte gare che contano. Alla fine è tutto bello, però tanto dispendioso tra trasferte, viaggi impegnativi e partite di alto livello. Ma, ripeto, è molto stimolante».

Next Post

Infortunio Shavon Shields, il parere di ROM: si deve tornare sul mercato?

L’infortunio di Shavon Shields inquieta le ore di Olimpia Milano. Ne parla la redazione di ROM: è il caso di intervenire sul mercato?
Shavon Shields

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: