Barcellona vs Olimpia Milano | 5 domande 5 sulla strada per il Palau

Alessandro Maggi 5

Domani sarà Barcellona vs Olimpia Milano, con palla a due alle ore 21 al Palau. Al momento è una delle quattro ancora fissate

Domani sarà Barcellona vs Olimpia Milano, con palla a due alle ore 21 al Palau. Al momento è una delle quattro, nel calendario del ventesimo round, ancora fissate. Speriamo, intanto 5 domande 5 sul match.

In primo luogo, quali sono le condizioni in casa Olimpia Milano?

«Stanno rapidamente rientrando tutti. In queste ore anche Troy Daniels, l’unico ancora positivo, dovrebbe poter lasciare le quattro mura di casa, dove si dice abbia sofferto non poco la solitudine. Per il resto Malcolm Delaney è recuperato: ieri è rimasto a guardare per scelta di turnover, non altro».

E il Barcellona?

«Ha perso ieri in overtime con Manresa, e non è certamente in un momento semplice dopo il ko netto con il Baskonia di settimana scorsa. Brandon Davies è in isolamento dal 31 dicembre, Martinez dal 2 gennaio e Caicedo e Exum dal 4. Infortunati sono Calathes e Abrines. Indubbiamente il greco e Davies possono cambiare non poco l’economia e le prospettive del match di domani. Vedo tuttavia in dubbio il turno successivo con l’Unics visti i contagi».

Olimpia Milano dunque favorita?

«Nessuno può dirsi favorito al Palau, neanche l’Efes dell’anno scorso. Ma la gara di andata ha comunque dimostrato che a livello fisico ora può esserci battaglia, e senza Calathes la circolazione di palla diventa più farraginosa. E’ chiaro che un avvio come con Derthona potrebbe voler dire 33-0 dopo 10’, ma dove non ci arriveranno le gambe ci arriverà la testa, quindi il pronostico è assolutamente aperto».

Pericolo pubblico numero uno?

«Ci mancherebbe, Nikola Mirotic. Ovvero il miglior giocatore assoluto in Europa, in potenza come in atto. Ben Bentil contro di lui lo vedo male, vedremo quel che farà Nicolò Melli: nella metà campo di Milano, è forse la sfida più bella in assoluto in Europa oggi».

Intanto Sarunas Jasikevicius parla di Covid?

«Non entro nel merito, quanto nella premessa. “Dirò poche cose perchè so che verrò strumentalizzato secondo convenienza”. In primo luogo se parli poco vieni strumentalizzato più facilmente. E poi, cosa ci sarebbe da interpretare su quanto ha detto? Ritiene che la quarantena non sia oggi uno strumento da utilizzare per i positivi asintomatici. Punto, e a capo. Francamente ho ancora in mente l’immagine di due anni fa a Kaunas, della stretta di mano scherzosa con Messina alle prime avvisaglie della pandemia. Il coach di Milano poi ha chiarito, forse si è anche scusato. L’altro… non saprei».

5 thoughts on “Barcellona vs Olimpia Milano | 5 domande 5 sulla strada per il Palau

  1. Mirotic è ottimo giocatore ma secondo me non è il più forte dell’EL.
    Non sempre nelle gare che contano, è determinante.
    Comunque il duello con Melli (ma anche con un Ricci in forma) vale sicuramente il biglietto.

  2. Jasikevicius è fuori di testa, se pensa che i positivi asintomatici dovrebbero poter circolare liberamente a contagiare gli altri, come ha fatto il tennista Djokovic fotografato senza mascherina (nei giorni successivi alla positività di dicembre) a due eventi con numerosissimi fan tutti accalcati e senza mascherina a loro volta. Essere asintomatici significa non stare male, ma il virus te lo porti appresso eccome, per cui la quarantena è l’unico modo per contenere la diffusione.

    1. Esiste anche il comportamento consapevole e prudente combinato con l’uso della mascherina FP2 che in questo momento è fondamentale.

      Non dico che sia tempo di dare libertà di circolazione a che sa di essere positivo con sintomi, ma certamente se un positivo asintomatico che eviti luoghi chiusi o affollati può muoversi e fare una vita quasi normale senza danno a nessuno.

      Mi sembra che invece ci sia un abuso di test e di quarantene che rischiano di fare danno ancora maggiore.

  3. Comunque DioCOVID non credo abbia contratto il virus. Non avrebbe circolato così liberamente, altrimenti.

Comments are closed.

Next Post

Messina: Controllo dei rimbalzi e circolazione saranno fondamentali

La preview del coach biancorosso e le ultime notizie dalle sedi, verso la gara del Palau Blaugrana

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: