Gigi Datome: Felice di essere ancora in una squadra vincente. L’importante è lo scudetto

E’ Gigi Datome l’ospite di Luca Chiabotti su Repubblica-Milano nella rubrica «Uomini e Canestri». Ecco alcune dichiarazioni

E’ Gigi Datome l’ospite di Luca Chiabotti su Repubblica-Milano nella rubrica «Uomini e Canestri». Ecco alcune dichiarazioni del capitano di Italbasket.

SUGLI OBIETTIVI

«Capisco l’impatto che ha avuto la conquista delle Final Four dopo 29 anni, ma non va dimenticato che l’importante è vincere lo scudetto. Fino ad oggi le cose sono andate meglio del previsto, sono felice di vivere questi momenti e di essere ancora in una squadra vincente. Cosa non scontata dopo aver lasciato il Fenerbahce: è cinico, ma il fatto che l’Olimpia sia nelle top 4 d’Europa e il Fener no, conferma che ho fatto la scelta giusta»

SU HINES E RODRIGUEZ

«Con Kyle ci siamo intesi subito al volo, forse per aver condiviso le stesse situazioni anche se in squadre differenti. È una presenza e ha una intelligenza che ti fa sentire più tranquillo e a tuo agio in campo. Giocare con Chacho è bello perché porta la sua energia nella quotidianità. Si vede che si diverte quando la squadra gioca bene e, anche in spogliatoio, la sua energia positiva è contagiosa. In stagioni con mille alti e bassi, tira su tutto il gruppo oltre ad essere un fuoriclasse»

SU OLIMPIA MILANO

«Tutti siamo consapevoli di quanto Milano sia un ottimo posto dove fare pallacanestro, non ci manca niente, l’organizzazione è perfetta, Riconoscerlo significa fare di tutto per meritarselo ed è quello per cui noi giocatori ci impegniamo ogni giorno. All’Olimpia ci sono le basi per ottenere davvero qualcosa di bello e importante ed è il motivo che mi ha spinto qui»

17 thoughts on “Gigi Datome: Felice di essere ancora in una squadra vincente. L’importante è lo scudetto

  1. Visto che lo ha detto lui, lo dico pure io: troppo focus da parte dei tifosi, secondo me, sull’arrivare perfettamente alle F4 e il campionato, vabbeh, bisogna far riposare i giocatori. L’Olimpia non gioca per vincere l’Eurolega quest’anno, gioca per vincere il campionato, il focus deve essere quello. E deve giocare le F4 non pensando che è un’occasione unica perché chissà quando si ripresenta ma pensando che deve dare il massimo ma che l’obiettivo anzitutto è arrivare ai playoff 2 anni su 3 e magari alle F4 1 anno su 4. C’è un clima da “vediamo di liberarci di questa seccatura velocemente che poi c’è da battere il Barcellona, quindi facciamo ruotare bene i giocatori mentre vinciamo facile il campionato” che sono sicuro al 100% la squadra non condivide ma che non è sano come aspettativa fra i tifosi.

  2. Concordo in generale, però va detto che un PO contro il Bayern cui peraltro mancavano due elementi importanti era un’occasione troppo ghiotta per non metterci tutte le forze fisiche e mentali, a costo di rischiare il primo posto in LBA. Se fossimo usciti per aver giocato con troppa leggerezza ( e in gara1 è mancato poco) ci mangeremmo i gomiti da qui all’eternità. Colonia e’ lontana due settimane e mezza, ora testa ai PO italiani che possono darci un titolo comunque prestigioso!

    1. No no, io non intendevo di non cercare loe F4 con tutte le energie, anzi lì sono 100% d’accordo, la RS italiana non era un grosso problema, finire primi o secondi cambiava poco. Intendo dire ora, con i playoff: l’obiettivo è il campionato, le F4 sono un appuntamento importantissimo che però non possono far saltare il banco in Italia.

  3. Sinceramente non capisco, però. Ok che l’obiettivo è lo scudetto, lo si è anche dichiarato ad inizio anno, ma siamo arrivati alle final4 e, ora, per quanto mi riguarda quelle hanno la precedenza.
    Forse non ci si rende conto…sono 30 anni che le final4 le vediamo con il binocolo, ci arriviamo e “l’obiettivo è lo scudetto”?!?
    Ovvio che lo scudetto bisogna portarlo a casa ma, considerato il format dei playoff e le innumerevoli partite che siamo costretti a disputare anche a ridosso della final4, per quanto mi riguarda preferisco far riposare un Chacho, un Hines, un Delaney a gara1 o gara 2 delle semifinali per non rischiarli infortunati in vista di Colonia, se necessario.

    Trinchieri, prima di gara1 della serie con Milano in conferenza stampa se la prese con la Lega tedesca che aveva piazzato le finali della coppa nazionale a ridosso appunto dei playoff di Eurolega (finali poi rinviata, guarda un pò, dopo le esternazioni di Trinchieri e di Baiesi) affermando che “ci costringono a fare delle scelte quando noi invece non vorremmo farle” (ok, non ho riportato le parole testuali perchè non le ricordo ma il senso era quello), riferendosi al fatto che lo costringevano a fare turnover nelle finali di coppa di Germania per essere al top contro Milano in Eurolega, e poi affermando che la lega non tutelava il Bayern e via dicendo.
    No perchè allora Trinchieri avrebbe dovuto dare tutto in coppa di Germania (obiettivo sicuro di inizio stagione assieme al campionato) e non focalizzarsi sui playoff di Eurolega perchè tanto “non dobbiamo andare alle fina4 quest anno”…
    L’Olimpia è messa adesso nelle condizioni di essere costretta a fare delle scelte che in condizioni normali, con un format playoff sensato, non avrebbe fatto.
    Va bene tutto, ma attualmente al primo posto ci sono le final4 di Eurolega ed al secondo posto il campionato, in ordine di importanza, ma proprio senza alcun dubbio. Poi sono sicuro che l’Olimpia farà di tutto per vincere lo scudetto, ma appunto sarà costretta a fare delle scelte in determinate partite condizionata dalle final4, che altrimenti non avrebbe fatto.

    1. Vediamo se mi sono perso qualcosa:
      – Bisogna chiudere le serie 3-0
      – Bisogna far ruotare i giocatori chiave nelle semifinali
      – Lo scudetto va vinto per forza
      – Dobbiamo arrivare alle F4 riposati

      1. Ma ti riferisci a me oppure è un sunto dei desideri dei tifosi?
        Perchè, per quanto mi riguarda:
        1) con Trento la vittoria 3-0 è obbligatoria, a meno che loro non trovino la partita della vita in gara1 con percentuali irreali (tipo Trieste in rs); 2) gara 2 di semifinale è in programma il 24, l’Olimpia il 28 ha il Barcellona; bene, il 24, per quanto mi riguarda, Hines, Chacho, magari un Delaney dolorante, o simili, se ne stanno a riposo, che li voglio vedere in campo il 28 (e il 30). Per me, la semifinale si può vincere benissimo 3-2, il 3-0 è obbligatorio contro Trento…;
        3) lo scudetto va vinto, e ci mancherebbe altro che quello non sia l’obiettivo, ma con questo format e con le final4 di mezzo, con Messina che presumo sarà costretto ad effettuare determinate scelte nelle partite immediatamente precedenti a Colonia, se vittoria non dovesse essere è perchè, giustamente, si è data precedenza ad un evento 1000 volte più importante;
        4) alle F4 dobbiamo arrivarci nel migliore dei modi, e ci ri-mancherebbe altro! Il Barcellona avrà tempo e modo di prepararsi per le f4 giocando inutili partite di rs, noi dobbiamo tirarci il collo ed arrivare a incontrarli spompati?!?

      2. Mi riferisco a quello che hai detto tu, è un sunto del tuo pensiero. È dall’anno scorso che dobbiamo leggere del minutaggio, di chi deve stare fuori “altrimenti poi a marzo..”, ecc., ma devo dire che un elenco di esigenze così non l’avevamo ancora trovato in un arco di tempo così breve. Abbiamo visto pure questo, ecco…

      3. Se è un sunto del mio pensiero, allora o non hai letto bene ciò che ho scritto oppure non sono riuscito a spiegarmi bene. Perché quello che hai scritto non è assolutamente un sunto del mio pensiero.

      4. – “con Trento la vittoria 3-0 è obbligatoria”
        – “per quanto mi riguarda preferisco far riposare un Chacho, un Hines, un Delaney a gara1 o gara 2 delle semifinali”
        – “lo scudetto va vinto”
        – “alle F4 dobbiamo arrivarci nel migliore dei modi, e ci ri-mancherebbe altro”

        Questa volta ho fatto copiaincolla

      5. Con Trento il 3-0 è atto dovuto, lo ribadisco. Primo perchè l’Olimpia è nettamente superiore a Trento, secondo perchè chiudere la serie sul 3-0 vorrebbe dire avere giorni di riposo prima delle semifinali oppure, magari, se anche l’altro quarto dovesse chiudersi sul 3-0, potrebbe esserci la possibilità di anticipare l’inizio della serie di semifinale garantendoci qualche giorno in più di stacco prima di Colonia.

        Con il calendario attuale, dove gara 2 di semifinale è prevista per il 24 maggio, con la sfida con i barcellona in programma il 28, sinceramente sarei sorpreso se Messina non attuasse turnover per qualche giocatore fondamentale che deve assolutamente esserci a Colonia. Qui non c’entra la questione minutaggi, semplicemente è una questione di turnover prima di un appuntamento che, epr quanto mi riguarda, ha la precedenza assoluta. Un ragionamento del tipo “non è quest anno che dobbiamo vincere le final4”, quando alle final4 ci siamo qualificati, lo trovo fuori da ogni logica. E ti ho pure fatto l’esempio di Trinchieri, che seguendo il tuo ragionamento avrebbe dovuto perdere 3-0 contro di noi ai playoff perchè tanto “non è quest anno che il Bayern è costruito per andare alle final4”, e non avrebbe dovuto lamentarsi del fatto che gli avevano piazzato le finali di coppa nazionale a ridosso dell’inizio della serie di playoff contro Milano.

        “Lo scudetto va vinto” l’hai scritto tu, io l’ho scritto solo in risposta a te. Che l’Olimpia abbia l’obiettivo di vincere lo scudetto mi sembra inutile ribadirlo, lo so io, lo sai tu, lo sanno tutti gli appassionati di basket in Italia. Però adesso si è aggiunto un appuntamento che ad inizio anno non era previsto, ossia la partecipazione alle final4 di Eurolega, per ottenere il quale la squadra ha lottato duramente da settembre ad oggi: quindi, ora, per quanto mi riguarda, l’essere al 100% fisicamente e mentalmente a Colonia ha la priorità su tutto il resto e se dovesse comportare qualche assenza di qualche giocatore fondamentale in gara1 o, soprattutto, in gara2 delle semifinali nessun problema, anzi.
        Ma a questo punto ci si è arrivati a causa di un calendario di playoff assurdo, che costringe l’Olimpia a fare delle scelte quando, invece, scelte non dovrebbero essere fatte.

        Stasera iniziano i playoff ma la mia mente è rivolta solo a Colonia, mi spiace. Abbiamo affrontato l’intera Eurolega gestendo gli impegni di LBA effettuando un ottimo turnover, adesso che siamo all’atto conclusivo, all’appuntamento storico, alle 2 partite più importanti, guai se scrivo che ci vedo costretti ad effettuare ancora del turnover in LBA (ma non tanto contro Trento, quanto in semifinale a ridosso delle final4) nonostante si trattino di partite di playoff. E leggere, da parte tua, “l’Olimpia non gioca per vincere l’Eurolega quest anno”, beh perdonami ma è una frase che trovo assurda nel momento in cui si è arrivati alla final4.

      6. Più che copiare e incollare quello che hai detto non so cosa fare. Non puoi dirmi che non hai scritto nulla di quello che ho postato (è un copiaincolla…) e poi giustificarlo: o ci credi o non ci credi. Per me e per Datome (quindi diciamo non un tizio che chiacchiera al bar) l’Olimpia ha come obiettivo vincere il campionato. Per farlo deve superare quarti, semi e vincere la serie di finale, questo è quanto. Obbligo di vincere 3-0, far riposare, ecc. non esistono, esiste arrivare all’obiettivo. Chiaramente se si riesce a vincere a zero le serie e far riposare certi giocatori, fantastico, sia per le F4 sia perché significa che la squadra sta dominando, ma certamente non sono condizioni essenziali. L’unica condizione è cercare di portarsi a casa il campionato, e sia io sia Messina (ancora una volta non un tifoso al bar) diciamo che non è possibile sia tutto un obbligo e una cosa scontata.

        Detto questo, è ovvio che non vai a fare villeggiatura a Colonia, ma non esiste che comprometti minimamente il campionato per arrivare col 10% in più di energie: devi giocartela turno dopo turno, fine. Poi, se alcuni giocatori come Biligha o Tarczewski danno il loro in campionato (e sinceramente io ci credo), e magari pure Moraschini, fantastico, si riesce a far girare meglio la squadra. Ma non puoi pensare di perdere delle gare e vincerla alla quinta (come se fosse una cosa possibile poi…) perché è meglio così perché i giocatori riposano. Non ne posso più di rispiegare perché è molto meno pesante sul fisico giocare 20 minuti di una partita vinta comoda che 15 di una gara dove devi sputare sangue e che è molto molto meglio mettere il 20% di energie in più per cercare di giocare meno partite. È dall’estate scorsa che leggiamo cose senza senso sui minutaggi: la redazione ha pure provato a spiegarlo ma a un certo punto si solleva bandiera bianca.

        Del resto, se manco il parere di uno dei giocatori di maggiore esperienza e quello dell’allenatore vi fa cambiare idea, certamente non ce la farò io.

      7. Puoi fare tutti i copia/incolla che vuoi, ma se io, evidentemente non riesco a chiarire ciò che intendo dire oppure tu non comprendi ciò che scrivo, i copia/incolla servono a poco.
        Che poi i tuoi copia/incolla non sono precisi, perchè ad esempio io non ho mai scritto che bisogna vincere LE serie 3-0, ho solo parlato di 3-0 riferendomi alla sfida contro Trento invece tu metti un plurale. Trento è nettamente inferiore all’Olimpia, gioca sostanzialmente in 7, si giocano 3 partite in 4 giorni, una non vittoria per 3-0 mi sorprenderebbe. Soprattutto perchè parto dal presupposto che l’Olimpia vorrà fare di tutto per raggiungere questo risultato per garantirsi riposo in ottica semifinali e in ottica Eurolega, che resta obiettivo principe.

        Il discorso sul minutaggio, che insisti a fare, non c’entra nulla con quello che scrivo io circa il turnover. Il problema, per quanto mi riguarda, non è che il Chacho della situazione debba giocare 15, 20 o 30 minuti gara2 delle semifinali, il fatto è che per me lui questa gara2, a 4 giorni da Colonia, proprio non dovrebbe disputarla. Poi magari Messina non farà alcun turnover e si scenderà in campo il 24 maggio con tutti i migliori, ma l’ipotesi di effettuare turnover non è campata per aria, dato che il turnover è stato effettuato durante l’intera stagione per preparare al meglio le varie partite di Eurolega, dato che tale decisione viene presa dopo attente valutazioni con staff atletico, medico, etc. e dato che all’interno di un periodo in cui si è in campo un giorno sì e l’altro pure si debbono inevitabilmente effettuare delle scelte, dando la precedenza ad una o all’altra competizione in determinati momenti, situazioni, partite. Per te la precedenza è assolutamente al campionato, per me, invece, a ridosso di Colonia daranno precedenza a Colonia stessa, che non significa snobbare o dare per persa gara 1 o gara 2 della semifinale semplicemente significa ritenere che verranno effettuate delle scelte che senza la final4 non sarebbero state effettuate.
        Non sarà così? Bene, lo vedremo al momento, ma nulla c’entra con l’infinita questione dei minutaggi.

        Lo “scudetto va vinto” l’hai scritto tu con queste parole, non puoi aver fatto un copia/incolla di ciò che ho scritto io. Io ho scritto così solo in risposta al tuo messaggio, dato che nel mio messaggio originale scrivevo “Ovvio che lo scudetto bisogna portarlo a casa ma…” Ci mancherebbe altro che l’obiettivo di una società che investe 30 mln l’anno non sia vincere “almeno” il campionato nazionale, e che coach e giocatori, a precisa domanda, sottolineino come lo scudetto sia l’obiettivo dichiarato ad inizio stagione (in quanto maggiormente fattibile).
        Detto questo, lo scudetto “va vinto” nel senso che bisogna far di tutto per vincerlo, che per lunghezza del roster, qualità dei giocatori, numero elevato di partite ravvicinate che in teoria favorisce il più forte e via dicendo, la mancata vittoria dello scudetto sarebbe, di base, abbastanza grave ma, ed un “ma” ce l’ho aggiunto, cosa che nel tuo copia/incolla non fai, dinanzi alla possibilità di vincere l’Eurolega lo
        scudetto passa in secondo piano nel senso che, come ho scritto prima e nei miei interventi precedenti, ritengo verranno fatte scelte in determinate partite che altrimenti non sarebbero state effettuate, e magari se malauguratamente ciò dovesse comportare una sconfitta in gara2 di semifinale non ne farei un problema, perchè dinanzi ad una finale di Eurolega sarebbero scelte ampiamente giustificate.

        Arrivare alle final4 nelle migliori condizioni fisiche e mentali possibili non vedo come possa seriamente pensarsi che non sia un obiettivo dello staff, dei singoli giocatori etc.

        Poi io ragiono da tifoso che vorrebbe innanzitutto vincere l’Eurolega, e intanto quest anno alle final4 ci siamo arrivati in futuro chissà se ci torneremo, quindi la tua affermazione “l’Olimpia non gioca per vincere l’Eurolega quest anno” ribadisco che la trovo completamente senza senso dato che l’Eurolega è dall’inizio della stagione la competizione che condiziona le scelte in LBA e non viceversa e invece adesso, proprio nel suo appuntamento clou, se scrivo che ritengo che con il calendario ipercompresso la final4 condizioneranno alcune partite di playoff italici, improvvisamente l’Eurolega diventa secondaria. Che poi il condizionare i playoff italici comporta anche il far di tutto affinchè si chiuda la serie con Trento sul 3-0, per dire.

      8. 😀 “Non ho scritto io ‘lo scudetto va vinto’ (certo che l’hai fatto, il 12 maggio alle 17.54) e comunque ovvio che lo scudetto va vinto!”

        Per curiosità, chi ha scritto “Ovvio che lo scudetto bisogna portarlo a casa” il 12 maggio alle 17.35? Però per favore non rispondermi “Sì l’ho scritto io ma ci mancherebbe altro”, perché non è quello il punto, il punto è che stai dicendo di non averlo mai detto.

        Quando ho elencato le condizioni che hai posto tutte insieme ti sei probabilmente reso conto che suonano poco ragionevoli, ma siccome le pensi davvero hai proceduto a confermarle tutte (il messaggio del 13 maggio alle 0.44 è un copiaincolla puro di quello che hai scritto tu). Io ho solo fatto notare che Datome e Messina dicono cose diverse, magari perché vivono lo sport a un altro livello.

      9. Che battaglia ragazzi! @Cap, ti candidi a erede naturale (per lunghezza dei post) di Palmasco?

      10. E vabbè, cosa vuoi che ti dica, tu hai voluto fare un sunto del mio pensiero che però non corrisponde al mio pensiero.
        Parli di serie, al plurale, da vincere 3-0 quando io ho indicato un’unica serie, quella con Trento, da vincere 3-0. Serie con Trento che terminerebbe in tal modo 12 giorni prima di Colonia, serie in cui non è necessario far turnover etc. etc.

        “Lo scudetto va vinto per forza” l’hai scritto tu, alle 17:41, io tali parole non le ho mai usate prima di questo tuo intervento. L’ho usate in seguito per riprendere la frase che appunto hai scritto tu alle 17:41. Adesso nega pure questo… Io nel mio messaggio iniziale ho scritto che “ovvio che lo scudetto bisogna portarlo a casa, MA…”, che è completamente diverso da “bisogna vincerlo per forza punto” che scrivi tu. Perchè io, semplicemente, affermavo che la vittoria dello scudetto è obiettivo ovvio MA, dinanzi ad una final4, effettuerei determinate scelte in semifinale di playoff per cercare di arrivare a Colonia al meglio, come penso farebbe chiunque. Che non significa andare in campo per perdere o presentarsi con una squadra di riserve, semplicemente significa fare scelte di turnover che altrimenti non sarebbero state effettuate.

        Tu invece la metti giù come se io pretendessi che vincessimo 3-0, 3-0, 4-0 ai playoff, scudetto da vincere dominando e contemporaneamente bisogna riposare in vista di Colonia.

        Lo scudetto lo possiamo vincere tutti gli anni, le final4 non è così scontato che ci si arrivi tutti gli anni a giocarcele. Quest anno ci siamo? Sì, bene, qindi giochiamocele al meglio delle nostre possibilità facciamo di tutto per vincerle. Altro che “l’Olimpia non deve vincere quest anno l’Eurolega”, che è un’affermazione che continuo a reputare senza alcun senso se espressa nel momento in cui ci si è qualificati per una final4.
        E Messina e Datome infatti non dicono assolutamente questo, semplicemente che Colonia non deve farci dimenticare l’importanza di vincere lo scudetto. Scudetto che si può benissimo vincere anche effettuando determinate scelte prese in ottica Colonia.

        Ma mi fermo qua, ho cercato di chiarire il mio pensiero nel momento in cui tu ne fai un sunto erroneo, se a ciò mi rispondi che mi sarei reso conto delle mia condizioni poco ragionevoli (condizioni?? ah certo, quelle del tuo sunto…) direi che è inutile continuare oltre.

  4. Non è che si può scegliere. E il discorso di Gigi va in questa direzione. il format delka stagione regolare di lba è questo sin dall’inizio, e questo resta. Anche perché tra un mesetto c’è il preolimpico,. Non andremo ai giochi, ma non possiamo non provarci.

    Quindi bisogna affrontare questi quaranta giorni intensi senza fare scelte, giocando partita dopo partita. Il roster è lungo: possiamo dunque fare del nostro meglio. Certo è che meno gare facciamo, meglio è. Con Trento magari possiamo auspicare di chiuderla in tre gare ma poi avremo Venezia (o Sassari) con in mezzo le f4: non sarà facile. ci proveremo.

    Dovessi fare una scelta, sacrificherei le f4 per lo scudetto, ma è un pensiero da divano, che certamente non sarà condiviso dal coach e dai ragazzi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

La Virtus Bologna prepara una post-season complicata e sogna sempre Trinchieri

Repubblica-Bologna aggiorna sul futuro della Virtus Bologna in un articolo di Fuochi. E torna d’attualità il nome di Andrea Trinchieri
Andrea Trinchieri

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia Milano, Zach LeDay secondo per valutazione in LBA. E non solo

C’è un po’ di Olimpia Milano nelle classifiche individuali di Legabasket al termine della stagione. Almeno nei primi cinque posti....

Chiudi