Olimpia, serata tranquilla con il Khimki: è la vittoria numero 17

Dopo un primo quarto di poca intensità, i biancorossi scappano nei periodo centrali e vincono agevolmente

L’Olimpia Milano riprende subito la marcia in Eurolega. Dopo il ko a San Pietroburgo, la squadra biancorossa vince senza particolari patemi contro il Khimki Mosca (84-74), con i russi giunti alla diciassettesima sconfitta consecutiva. Per la squadra di Messina, invece, è il successo numero 17 e, per la prima volta nella ’New Era’ di Euroleague, è sicura di chiudere con un record non negativo. Ma l’obiettivo non è certo quello e, quello di questa sera, è un nuovo passo verso i playoff, con un paio di accelerazioni, firmate soprattutto Datome e Shields, per spaccare il match.

Olimpia Milano vs Khimki | La partita

Un primo quarto distratto per i biancorossi, poco aggressivi in difesa (timeout di Messina dopo 1’33”) ed il Khimki ne approfitta per restare agganciato (29-29 al 12’), grazie alla coppia Mickey-McCollum, dopo il +8 milanese firmato da Datome e, soprattutto, Shields. L’AX stringe un po’ le maglie difensive in avvio di secondo periodo e piazza subito un 10-0 per la doppia cifra di vantaggio, anche se i russi continuano a trovare con una certa facilità la via del canestro, piazzando un paio di triple con l’ex Bertans. Il massimo distacco viene aggiornato con la tripla di Shields sulla sirena. 

Il parziale si allunga a 15-0 ad inizio ripresa ed il distacco sale sul +22, ancora con ‘Gigione’ protagonista, mettendo l’ipoteca sulla partita. È il momento del debutto in biancorosso di Jeremy Evans ed il neo acquisto conquista 3 rimbalzi e gioca principalmente in attacco da ‘4’ perimetrale, sbagliando l’unico tiro tentato. La partita, nel frattempo, scivola via piuttosto stancamente, con i biancorossi sempre in completo controllo, seppur poco concentrati e gli ospiti si riavvicinano fino al -8 a 2′ dalla fine. L’asse Chacho-Tarczewski la chiude, in maniera spettacolare.

Olimpia Milano vs Khimki | Il tabellino

AX ARMANI EXCHANGE MILANO-KHIMKI MOSCA 84-74 (29-26, 56-43, 70-56)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

Domenica torna il campionato (ore 17) con la gara del Mediolanum Forum contro la Fortitudo Bologna, mentre settimana prossima sarà nuovamente il turno di un doppio turno di Eurolega: mercoledì in casa col Fenerbahce (ore 20.45), venerdì sul campo dello Zalgiris (ore 19). 

Olimpia Milano vs Khimki | Le armi di Ettore Messina

Un’occasione da non perdere, ma da aggredire dalla palla a due e rendere “normale amministrazione” in pochi minuti. 

Non ci sono “se” e non ci sono “ma”, perché in un’EuroLeague senza gare scontate, ritrovarsi un Khimki in striscia negativa da 16 gare, con due soli successi in stagione, e con le defezioni dell’ultima ora Shved e Timma, ecco la dovuta eccezione che conferma la regola.

Le parole di Ettore Messina

Un dato, tra tanti: l’Olimpia Milano ha la migliore percentuale da 3 della lega, 41.99%, il Khimki ha la più alta percentuale concessa agli avversari dall’arco, 43.21%.

Russi che raccolgono gli stessi rimbalzi di Olimpia Milano, 30.71 contro 30.40, ma con un attacco da 78.58 e una difesa che ne concede 91.29, quasi 14 in più (?!) a partita rispetto a Olimpia Milano.

L’assenza di un lungo viaggio permette anche grandi sperimentazioni a Ettore Messina, come i minuti per Jeremy Evans, fondamentale in questa fase con Zach LeDay e Jeff Brooks out.

Circolazione di palla, rispetto del sistema di gioco, serenità e aggressività difensiva: tutto dipende da Milano, per una rapida vittoria.

Olimpia Milano vs Khimki | Le armi di Andrei Maltsev

Il buon Maltsev ha ridato un minimo di dignità alla stagione di VTB dei russi, caduti in una buca sotto ogni aspetto dopo aver sognato il titolo nazionale nella passata stagione. 

Tutto si è sgonfiato, e dopo Jerebko, anche Timma e Jovic di fatto si sono stancati delle mancanze del club alzando bandiera bianca. Questo nel pieno del blocco di EuroLeague.

Il Dossier Khimki

Questo il roster a disposizione di fatto:

PG McCollum, Zaytsev

G Voronov, Bertans

SF Karasev, Kadoshnikov

PF Monia, Sharapov, Ponkrashov

C Mickey

McCollum in regia dunque, al rientro dallo stop con il Baskonia: un reparto esterni che, con Bertans e Karasev, cercherà di fare male dall’arco, e il duo Mickey-Monia a chiudere il pitturato.

Ma per quanti minuti questo sarà possibile con cambi non all’altezza?

6 thoughts on “Olimpia, serata tranquilla con il Khimki: è la vittoria numero 17

  1. Arbitraggio quasi scandaloso. Un paio di spinte nette a rimbalzo sui nostri, assolutamente ignorate dalla terna. Il fallaccio in attacco di Bertans su Hines, assolutamente ignorato ed anzi punito al contrario.
    Nemmeno giocando in casa contro l’ultima in classifica riusciamo ad avere un briciolo di giustizia!

  2. Partita che non aggiunge e non toglie nulla a quello che già si sapeva, se non per un particolare: la miglior battuta dell’anno a cura di…….udite udite Hugo Sconochini: testuali parole” dunque Reyes avrebbe segnato gli stessi punti in EL del Chacho Rodriguez; e quando li avrebbe fatti?”. Fantastica, e dico sul serio, per lui redenzione allo stato puro

    1. Meno male che io ho seguito la partita sul canale internazionale, un cronista inglese davvero mediocre, che capisce poco o niente, ma sempre meglio di Hugo – qualsiasi cosa pur di evitare Sconochini.
      E la battuta che citi rafforza la scarsissima opinione che ho di lui, battuta pessima, priva di rispetto, e non solo perché Reyes è comunque un grandissimo, che ha combattuto e vinto molto più di lui, e di tanti, ma tanti altri, spesso da coprotagonista – un grandissimo giocatore!

      1. Non ci siamo, prendi tutto, troppo, terribibilmente, sul serio; la battuta live, confermo, era fantastica: lo stesso Reyes ne avrebbe riso semplicemente perchè era una battuta e non voleva mancargli di rispetto

  3. Il Maccabi ha pero una gara fondamentale contro il solito Bayern, che in rimonta si è aggiudicato la gara. Per il Maccabi credo sia la sconfitta decisiva: i play off incominciano ad essere un miraggio. Interessante la pesante sconfitta dello Zenit contro Valencia, che torna in gioco nuovamente.
    La lotta è serratissima, ci sarà da soffrire ancora. e, visto l’equilibrio, si preannunciano sfide di play off davvero equilibrate e divertenti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Messina: Vinto con buon margine, forse non ho aiutato molto Evans

La conferenza stampa del coach biancorosso, dopo la vittoria numero 17 in Eurolega

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Vlado Micov 100
Vlado Micov raggiunge quota 100 in EuroLeague con Olimpia Milano

Quota 100 per Vlado Micov. La gara Olimpia Milano vs Khimki è la centesima in maglia biancorossa in EuroLeague per...

Chiudi