Olimpia Milano Speciale Mercato | La Top15 dei più grandi flop dell’era Armani

Dalla stagione 2009-10 la classifica delle 15 più grandi delusioni di mercato di Olimpia Milano. Non solo Shelvin Mack e Aaron White

Olimpia Milano Flop Mercato. Dopo i colpi “più fruttuosi” dell’era Armani, pubblicati la scorsa settimana, in attesa di tornare ai rumors, ecco il momento di rispolverare la classifica dei più grandi flop.

Un articolo che avevamo già riproposto un anno fa, ora rivisto e rimasterizzato per voi, con anche la “fine” di tutti questi fenomeni passati in biancorosso.

Buona lettura.

15 – Marijonas Petravicius (2009-2010)

Poche colpe per un giocatore che era stato anche mvp delle finali di EuroCup nel 2009. Arriva a Milano da mvp delle Finali di EuroCup ma racimola 31 presenze in due anni per infortuni vari.

Poco fortunato, lasciò nel 2011 il ritiro della nazionale pre-Eurobasket per un’embolia polmonare, non a caso nel luglio 2012 annuncia il ritiro.

(1/15 Olimpia Milano Flop Mercato, scorri in fondo per cambiare pagina e proseguire nella lettura della classifica)

37 thoughts on “Olimpia Milano Speciale Mercato | La Top15 dei più grandi flop dell’era Armani

  1. Certi flop non si possono paragonare a giocatori che hanno subito gravi infortuni. Patric Young su tutti

      1. Beh non credo che Brooks possa essere considerato in questa lista, non era giusto in quella squadra, ma aveva un talento clamoroso. Mi resta sempre quel “ma” quando parlo di Brooks..

      1. Il BouroSauro da noi ha giocato al 50% del potenziale. Poi andato a Vitoria ha sciorinato un repertorio da Mvp europeo.
        Mistero Eleusino.

  2. I 2 di quest’anno Mack e White non sono male come flop, mi ricordo anche un lituano di qualche anno fa Linas Kleiza. È arrivato completamente bollito, qualche tiro da 3 ma in campo era fermo

  3. il peggiore in assoluto, viste anche le aspettative e’ Raduljica!
    Menzione speciale per Fotzis…
    Sfiga nera per Young ed altri, ma i peggiori in assoluto sono quei dirigenti che hanno scelto 10 di questi 15 ruba-stipendi.

    1. Per Young non direi sfiga, aveva già avuto un infortunio serio e si è fatto operare pochi giorni dopo la firma del contratto. Direi magari una scommessa che non ha pagato, per usare un eufemismo.

  4. Ricordo male o c era anche un certo Pecherov (o nome smile)? Mi ricordo la sua foto sulla prima pagina del settimanale della Gazzetta. Non mi ha lasciato un grande ricordo

  5. Theodore l’avrei messo più in basso in classifica. Semplicemente lui è Goudelock non potevano giocare assieme (non si può difendere in 3) e lui tra i due era quello più scarso. Durante l’infortunio di Goudelock non aveva giocato male

  6. Noto – non ora – un sinistro denominatore comune: tanti di questi non hanno piu calcato il campo o campi di alto livello. Caso?

  7. So che potrei scatenare un parapiglia, ma se il Chacho gioca il resto della stagione come ha giocato l’ultimo mese, come siamo a delusione rispetto alle aspettative?

    1. No amico mio, dai.. .
      Solo 2 settimane fa è stato MVP di fronte al migliore play di Eurolega (Calathes).

    2. Non appena Nedovic e Sykes saranno in grado di assicurare 20/25 punti a partita il Chacho tornerà a giocare il suo basket.

  8. Il Chacho mi sembra un po’ in crisi piu’ per come stanno andando le cose chhe per stanchezza. Tornera’ a breve (spero).

  9. In rapporto al talento a disposizione alla #1 andava Marshon. Giocatore da 30ello facile. Potenzialmente immarcabile.

    1. Marshon pura poesia, ma solo per un campetto di basket o la regular season NBA.
      Zero difesa, zero squadra.

      Non lo definirei una delusione, lui era quella roba lì e si sapeva.
      In modo totalmente irrazionale, a me piaceva un casino…. 🙂

  10. Al solo scopo di sorridere e scherzare, visto che è tornato possibile farlo in questo bellissimo Bar Sport, invito Mr Tate ad andare a rileggere uno scambio fra noi due su un certo giocatore….
    La diagnosi perfetta, corroborata da cosa sta succedendo ora, la da’ un terzo interlocutore, Roberto, nel frattempo sparito ma che spero di ritrovare presto qua (perché di cervello “fino” assai come il suo stesso cognome suggerisce!)

  11. Theodore alla fine non era stato così male, forse un posticino potremmo lasciarlo a Ibrahima MBaye

  12. Dei nomi fatti quelli che ricordo anche come irritanti sono Kleiza e Radulica. Per altri il flop fu chi li scelse. Come a volte si rimane stupiti dei soldi che vengono spesi per realizzare certi film. Misteri almeno per me che non conosco certi meccanismi.

    1. Quoto, Kleiza scandaloso e irritante con quel curriculum, sparecchiava solo da 3 senza alcun costrutto. Radulica un fake, da non credere che il centro della Serbia fosse improvvisamente ridotto all’irrilevanza. Che brutti anni abbiamo passato!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Urania Wildcats vs Piacenza | in campo alle 20:30 all'Allianz Cloud

Comincia il girone di ritorno del Gruppo Verde, Urania ospita quella Piacenza che tanto l’ha fatta sudare all’andata. Ci volle un tempo supplementare e una decisiva tripla di capitan Benevelli per espugnare il PalaBanca di Piacenza, era la seconda partita della stagione Wildcats dopo lo stop forzato per Covid nonché […]

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Ettore Messina
Dan Peterson: Olimpia una spanna sopra. Fa un turnover impressionante

Ripartiamo in ottica LBA Serie A, ed ecco Dan Peterson nel suo editoriale di giovedì in cui fa il punto...

Chiudi