Ettore Messina: Vogliamo vincere, gestendo le energie

Le parole del coach biancorosso e le ultime news verso il recupero di domani al PalaRadi

Non c’è quasi tempo di rifiatare per l’Olimpia Milano. Il giorno dopo la vittoria su Reggio Emilia, è già tempo di vigilia per i biancorossi, impegnati domani pomeriggio (ore 17) sul campo della Vanoli Cremona, nel recupero dell’ultimo turno d’andata. Una partita importante per definire il tabellone delle Final Eight: in caso di vittoria dell’AX ci sarà lo scontro con Reggio Emilia nei quarti, altrimenti dipenderà dall’esito dell’altro recupero tra Varese e Trieste (ancora con data da definire).

Cremona vs Olimpia Milano | Le parole di Ettore Messina

Così Ettore Messina ha presentato il match: “Cremona è una squadra il cui rendimento ha sorpreso grazie ad alcune vittorie molto prestigiose, ottenute massimizzando i mezzi a disposizione attraverso l’organizzazione di squadra. E’ una formazione che ha in Daulton Hommes e nella creatività dei due playmaker alcuni dei suoi punti di forza. Noi ovviamente dovremo gestire le energie perché da un po’ di tempo in pratica giochiamo ogni due giorni e siamo alla vigilia di una partita molto importante di EuroLeague con il Bayern Monaco. Però ci teniamo a vincere per conservare il primato in classifica con un buon margine sulle avversarie“.

Cremona vs Olimpia Milano | La situazione

L’Olimpia sarà sempre priva di Shavon Shields e Vlado Micov, come comunicato ieri dal coach biancorosso, e dovrà rinunciare ad un terzo straniero per il regolamento.

Tra i padroni di casa non dovrebbero esserci assenze.

25 thoughts on “Ettore Messina: Vogliamo vincere, gestendo le energie

    1. Perfetto Momo,e per completare il tuo post che condivido al 100 %,direi che in euroleague MOLTO MEGLIO VINCERE CHE GESTIRE LE ENERGIE!

  1. Grazie del contributo, speriamo che Messina almeno per una volta vi ascolti e non sprema inutilmente i suoi giocatori come fa sempre, accidenti.

    1. Spremere direi proprio di no…. nessuno va mai oltre i 20/22 minuti….
      Tanto x ricordare il passato, con il predecessore ( che non voglio nemmeno nominare) james e micov erano sempre oltre i 30

  2. Ho letto da qualche parte in internet che pare che il sito dell’Olimpia stia per lanciare un app interattiva: ci sono i nomi di tutti i giocatori, e tutti i tifosi possono scrivere, partita per partita, quanti minuti dovrebbe giocare ognuno. Figata!
    Allenatore e staff saranno obbligati a rispettare il 30% dei minuti del voto da casa, pare.
    Agevolo il link del sito Olimpia http://www.olimpiamilano.com

  3. Per la cronaca segnalo che nel recupero di oggi il Real ha perso nuovamente in casa con la Stella Rossa.

  4. Lo so Roberto, grazie di ricordarci che quindi la nostra vittoria con il Real non conta un cazzo.
    Del resto a me era già chiaro prima, squadra di bolliti, da cui Campazzo è fuggito prima del naufragio.
    Ho capito finalmente perché che le squadre sono terrorizzate di perdere con noi: appena succede iniziano a perdere con tutti per dimostrare l’inconsistenza della nostra vittoria.

    PS Vai così Roberto che sei fortissimo!!! Tuo fan sempre.

    1. Se avessi letto cosa ho scritto poco fa su altro thread non avresti detto una simile scempiaggine : l’intervento ,visto tale risultato, voleva solamente mettere in evidenza che potremmo aspirare, al netto dei sempre possibili infortuni vista l’età avanzata dei nostri fuoriclasse, addirittura al 3/4 posto in euroleague….cerca di rilassarti e pensa a goderti questo momento magico…

      1. Qui devo dare ragione a Roberto: “vista l’età avanzata dei nostri fuoriclasse”, Shields ha 25 anni e LeDay 26, potremmo “aspirare”.

      2. Ok, se questo intendevi, mi sono sbagliato e mi scuso.

        Quanto al 3 posto per me resta del Real, mentre per il 4 posto la lotta è apertissima, parlando di regular season.
        Certamente anche noi abbiamo la possibilità e il dovere di provarci, noi come altre 9 squadre a partire dallo Zenit (ad oggi la più credibile contendente a quel posto secondo me) per finire con il Baskonia. Da lì in giù, la
        altre squadre sono quasi fuori gioco.

        Poi ai playoff sarà tutta un’altra storia e tutti se la giocheranno con tutti.

        Ma io preferisco procedere a piccoli passi, per ora l’evoluzione del gioco è ottima e la salute della squadra, contro le previsioni dei gufi, è in crescita.

  5. Penso si riferisse ad Hines e Chacho, il cui tassametro segna 34 : abbiamo fuoriclasse di più generazioni, meglio cosi

    1. Al Chacho, dici? In effetti il 17 gennaio scorso, quindi oltre metà stagione, sia in EL che in LBA, contro Reggio Emilia, l’ho visto in difficoltà…

  6. Solo lui poteva capire che Roberto si riferisse a Shields e a Leday e non a Rodriguez, Hines, Datome e Micov…

    1. Perché Ricky, Shields e LeDay non sono i nostri fuoriclasse? Tu come li consideri? Dei giocatori di rotazione?
      Spiega, ti prego, se puoi.

      1. Penso si riferisse ad Hines e Chacho, il cui tassametro segna 34 : abbiamo fuoriclasse di più generazioni, meglio cosi

  7. Età avanzata di coloro che ho citato è un fatto, un dato anagrafico, una mera presa d’atto, non una critica nè una criticità

    1. Hai ragione, che dire, e pensare che sono più giovani di Lebron James!
      Solo un dato anagrafico, ovviamente, né una critica né una criticità.
      Ma allora, ti chiedo, se non ha rilevanza, perché citarlo?
      Perché non citare anche il fatto che il Chacho veste le Nike, e Hines ha moglie e figli, e Datome è nato in Sardegna?

      1. Lo devi chiedere a Roberto, da lui parte quella citazione che tu hai criticato, per me rimane valido questo concetto: abbiamo fuoriclasse di più generazioni, meglio cosi, stop

  8. Rilassati, non è essenziale che tu capisca, l’importante è che ci siamo capiti io e Roberto e a quanto pare anche Fab.

  9. Olimpia sta facendo bene, costruita per rispondere da subito ai tifosi impazienti ma contenente i semi della crescita futura sia a medio che a lungo termine. A me sembra evidente. Cosa potrà dare in questa sragione è presto per dirlo ma, comunque vada, sarà molto più di quanto abbiamo raccolto nelle ultime annate. Non è solo la squadra ad essere migliorata, la struttura tutta dal team di supporto alla compagine manageriale, implementando le già ottime infrastrutture secondo un progetto che si sta sviluppando da tre a cinque anni. L’obiettivo non può che essere l’egemonia in Italia ed il tetto d’Europa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Alessandro Mamoli: Non capisco le gerarchie di questa Olimpia

Intervenuto a Radioblablanetwork, Alessandro Mamoli di Sky dialoga sul tema Olimpia Milano: Tutti vorrebbero evitarla nei playoff
Olimpia Milano post Real

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Radio RealOlimpia
Alle ore 18 tutti su Radio Basket 108: c’è Radio RealOlimpia

Torna alle ore 18, su Radio Basket 108, Radio RealOlimpia. In studio Dario Destri, Luca Guazzoni e Alessandro Luigi Maggi

Chiudi