Walter Fuochi: Olimpia Milano, il ritiro su Belinelli e l’extrabudget per un centro?

Walter Fuochi su Repubblica-Bologna torna sulla ritirata di Olimpia Milano dalla corsa a Belinelli e apre un nuovo potenziale scenario

Walter Fuochi su Repubblica-Bologna firma un editoriale dal titolo «Bologna vicina all’Europa. Belinelli e i messaggi spediti da Casa Virtus» in cui si parla anche di Olimpia Milano. Ecco il passaggio.

La trattativa Olimpia-Belinelli-Virtus, la ricostruzione di ROM

Siamo dietro, ma non molliamo, è invece il messaggio alla nazione dei canestri e alla sua capitale Milano, e pure qui, se qualcuno era rimasto al Crozza imitatore del patron evocato da Messina in tempo di liti, stavolta non girano nomi, solo vassoi di biscottini da inzuppare nel fair play. 

A trattare Belinelli, che messa via l’America, o viceversa, voleva l’Italia più che l’Europa, sono stati due club. Oltre alla Virtus, subito all’attacco con una prima, travolgente offerta, l’Olimpia, con la forte suggestione di giocar già l’Eurolega, ma un paio di remore decisive a indurne la ritirata poche ore prima della firma all’Arcoveggio, lasciando la concorrenza in campo da sola. 

La prima, un roster di completa soddisfazione al reparto guardie. La seconda, l’elevato prezzo per un’operazione di necessità non primaria. Ci sta semmai guardarsi intorno per aggiungere un pivot, è l’avviso agli amici del bar del Giambellino, in ottica Eurolega: un eventuale extrabudget verrà dibattuto se dovesse profilarsi un’occasione tra quelli grandi e grossi.

7 thoughts on “Walter Fuochi: Olimpia Milano, il ritiro su Belinelli e l’extrabudget per un centro?

  1. Rientra nella migliore logica oggi con gli skill di Punter, Delaney, Moraschini, Ma anche Moretti Roll ed el chacho, Belinelli anche se di altissima qualità, non serve. Diverso sarebbe il discorso per un’ala/centro grande e grossa che si potrebbe liberare con il mercato USA verso la conclusione.

  2. Sono sicuro che quella è l’intenzione. Non si va in fondo in EL (F4 non play-off) con il solo Hines. Il LeDay sta facendo bene mentre Ul buon Kaleb è come non averlo. Benissimo se questo è il plan.

  3. A stagione inoltrata non credo arriveranno grosse occasioni in spot 5, anche in USA sono pezzi pregiati. Belinelli ha il grande vantaggio di essere italiano e dunque doppiamente importante in LBA, ma tutto sommato non impazzisco per giocatori con una carriera così lunga e contratto altrettanto oneroso. Magari l’anno scorso avrebbe fatto molto comodo ma adesso abbiamo già tanti con quelle caratteristiche di età e contratto.

  4. Ben contento che non sia venuto Belinelli. Assolutamente inadatto al gioco di Messina, un telepass in difesa che avrebbe creato un buco nero in coppia col chacho. Meglio cercare un centro senza dubbio

  5. Fra Deve, che Belinelli non sia adatto al gioco di Messina ne dubito perché il nostro coach l’ha allenato quando era assistente di Popovich a San Antonio visto che in America, secondo qualcuno sono gli assistenti ad allenarele squadre e non l’allenatore…Per il resto concordo con te, meglio un centro valido piuttosto che Balinelli!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

E' nata la nuova APP Mobile dell’Olimpia Milano

La nuova App Mobile dell’Olimpia Milano è stata presentata oggi ed è già scaricabile per tutti i tifosi biancorossi

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Mike James
Mike James | Dalla sospensione al titolo di mvp di Novembre

Il mese di novembre di Mike James era di fatto iniziato con la sospensione voluta dal club. Da allora è...

Chiudi