Milano-Zalgiris, lo zainetto di LeDay e il clinic di Messina

guazzoni 12

L’Olimpia doma lo Zalgiris in una partita pazza. Ma l’unico vero protagonista è lo zainetto di LeDay: cosa ci terrà mai dentro?

Lo zainetto di LeDay e il clinic che ha tenuto coach Messina – aka il Mio Pastore – a fine partita al giovane Schiller. Cosa è successo in mezzo, ovvero 40′ con poco filo logico tra Olimpia Milano e Zalgiris, passa nettamente in secondo piano.

Andiamo con ordine. Dal giorno 1 Zach LeDay – grande prova da ex – si presenta sul parquet con uno zainetto scuro sulla spalla. Uno zainetto tipo Eastpak senza essere però un Eastpak.

Uno zainetto anche piuttosto rovinato: scolorito, di un tessuto vintage. Lo porta ovunque in qualunque momento: ci corre quando a mezz’ora dalla palla a due l’Olimpia entra in campo e lo appoggia in panchina; lo riporta giù all’intervallo e poi se lo tiene con sé anche per il secondo riscaldamento; lo sistema per terra, per forza, anche quando lo intervistano a fine gara. E dal giorno 1 noi del Forum ci chiediamo diverse cose.

La principale, al netto di scaramanzie varie o affetti cari: cosa ci terrà dentro di così prezioso da non poterlo lasciare negli spogliatoi? Che, ricordo, non sono mica quelli del calcetto dove ti rubano anche le gomme da masticare.

Da qui, comunque, deriva una breve considerazione finale e personale: se continui ad incidere così, bello mio, puoi pure colpirmi in faccia con quello zainetto, la sua coperta di Linus.

Ettore Messina Zalgiris
Ettore Messina

Altra cosa non ripresa dalle telecamere è ciò che è avvenuto dopo le conferenze. Io e il buon Maggi usciamo dalla sala stampa per avviarci verso la porta che ci porta – scusate la ripetizione – al parcheggio e ci imbattiamo in una scena che ci lascia di stucco: il Mio Pastore e il giovane Schiller disquisiscono di pick&roll, blocchi, ribaltamento di lato.

Sbracciano, si marcano, correggono le angolazioni delle marcature. Un vero clinic. Messina parla, Schiller annuisce e prende appunti. Giuro, una situazione incredibile.

I due, sicuramente, si erano dati appuntamento: Messina infatti, molto stranamente per le sue abitudini, ha atteso in sala stampa la fine della conferenza del collega e poi è corso via. Evidentemente il Mio Pastore vede nel giovane Schiller qualcosa di speciale.

Kevin Punter sfida lo Zalgiris

Breve sintesi della partita. Ottimo atteggiamento di chi vuole riscattare il ko con la Stella Rossa. La loro velocità ci mette in difficoltà, pessima transizione difensiva.

LeDay in missione per conto di Dio. Tarczweski in ghiacciaia. Sassaiola da tre e +20. Punter in missione per conto di Gesù Cristo. Blackout con mille punti di domanda sul perché. Panico guazzoniano che con il berretto in testa si alza e finisce per 2′ sulla transenna del settore dedicato ai tifosi disabili per allentare la tensione.

Delaney la risolve con 8 punti in 2’33 perché è forte-forte. Se mi chiedete un’analisi tattica non ci sto dentro perché la partita, secondo la mia modesta opinione, non ha avuto alcun senso tecnico/tattico.

Ps. Sono molto serio ora e lancio una campagna a nome dell’intera redazione: vogliamo sapere cosa c’è dentro lo zainetto di Zach LeDay. Complottisti, negazionisti, allarmisti, nessuno escluso. Dateci una risposta!

Ps2 (di Alessandro Luigi Maggi). Riccardo Moraschini ha raggiunto la squadra in panchina solo alcuni, lunghissimi, minuti dopo la palla a due. La motivazione ufficiale: si stava allenando “di sotto”. Che Zach LeDay non si fidasse a lasciare il suo “prezioso” con il «califfo di Cento» (paternità del soprannome, Marco Arcari) in giro per gli spogliatoi, e lontano da occhi indiscreti? Non lo escludiamo, ma il rito dell’ex Zalgiris, per onor di cronaca, è precedente alla latitanza del Morasca.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Doc63
Doc63
12 giorni fa

Perché non gli chiedi un intervista e poi gli fai ultima domanda dillo zainetto?
Vuoi che Messina stia cominciando a sondare il terreno per la futura (2-3 anni) panchina? Fino a quando vorrà allenare?

Tom Sawyer
Tom Sawyer
12 giorni fa

Oh finalmente un tema su cui i due tavoli possono interloquire senza timore di scontro!
Per me nello zainetto tiene il set per spuntare i baffettini. Lo porta con se perché teme il furto di Roll.

BabyBarlow
BabyBarlow
12 giorni fa

…per me ci tiene le espressioni di ricambio del suo volto. Fino ad ora non lo ha mai aperto perché ne usa sempre solo una. Ma se fosse davvero così anche Delaney dovrebbe averne uno 🙂

Hollywood Party
Hollywood Party
12 giorni fa

Anch’io ho notato il grande Zaccaria col suo zainetto da scolaro delle medie. Ci tiene la “schiscetta” con polenta e capriolo che mamma gli cucina prima di andare alla partita perchè non vuole che post gara il ragazzo esca a cena con quei vecchiacci di Hines e Datome che poi impara brutti vizi. E se lo lascia negli spogliatoi fisso che Punter gli mette il Guttalax dentro.

orlandoilrosso
orlandoilrosso
12 giorni fa

Inizio dal fondo: Facile, Morasca ha fatto la caccia. ( Spero che i bacchettoni non mi taccino di turpiloquio) Messina, come volevasi dimostrare, ama condividere. ( meglio quando vince, se perde ha come tutti le palle girate) . Nello zainetto misterioso, annusare per credere, c’è un calzino non lavato indossato da MJ ( Jordan non James)

Roberto Monti
Roberto Monti
12 giorni fa

Cito dall’ultimo post di Orlando: “MORASCA HA FATTO LA CACCIA” ??????
Ogni commento è superfluo…

orlandoilrosso
orlandoilrosso
12 giorni fa

La cacca, mannaggia al T 9 e a Monti

orlandoilrosso
orlandoilrosso
12 giorni fa

Qualcuno ha le palle girate quando vinciamo?

Roberto Monti
Roberto Monti
12 giorni fa

Orlando sei un mito!

palmasco
palmasco
12 giorni fa

Guazzoni bel siparietto!
Lo zainetto 🎒 ci accompagnerà!
Bello leggere chi sa guardare le partite, e che poi scrive di quello che alle partite lo diverte.
Bravi!

giorgioiv
giorgioiv
12 giorni fa

@ Hollywood Party :-))
@ orlandoilrosso 🙁

Max
Max
12 giorni fa

Comunque sia, ci può tenere quello che vuole, se continua a giocare cosî. Grande Zach!!

Next Post

Danilo Gallinari agli Hawks, e a 35 anni all'Olimpia Milano

Danilo Gallinari ha infine deciso il suo futuro. Triennale agli Atlanta Hawks, e a 35 anni il probabile ritorno in Italia
Danilo Gallinari

Subscribe US Now

12
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: