La Gazzetta dello Sport: Primo confronto in Supercoppa, e non c’è favorita

Olimpia Milano vs Virtus è una gara senza precedenti nella storia della Supercoppa di Legabasket, come ci ricorda La Gazzetta dello Sport

Olimpia Milano vs Virtus è una gara senza precedenti nella storia della Supercoppa di Legabasket, come ci ricorda La Gazzetta dello Sport.

Nella storia di questo torneo è la prima volta in assoluto che s’incrociano. Per la Virtus è la nona finale, con un solo successo, quello della prima edizione del 1995 quando la Kinder dello showtime dei compianti Bucci e Woolridge schiantò Treviso. 

Viceversa Milano ha conquistato tre volte questo titolo negli ultimi 4 anni. Le due finaliste arrivano all’ultimo atto in modo opposto: l’Olimpia conducendo 40′ su Venezia, la Virtus rincorrendo Sassari per tre quarti. 

Tutti i riflettori sono puntati sul duello tra la coppia milanese Rodriguez-Delaney e il virtussino Teodosic, i dioscuri dei coach Messina e Djordjevic, le milionarie superstar della Serie A. Una finale che merita più dei 1569 spettatori di ieri.

La finale che tutti volevano è aperta. Non c’è una favorita.

4 thoughts on “La Gazzetta dello Sport: Primo confronto in Supercoppa, e non c’è favorita

  1. invece secondo me una favorita chiara c’è, ed é milano, che pure con il roster 6+6 é davanti alla Virtus per profonditá e qualità. Anzi, credo che Milano debba entrare in campo con il piglio della favorita, della squadra forte che puó indirizzare e comandare la partita. Non riesco a immaginare Delaney, Datome, Hines, Rodriguez, Micov che pensano: “Oh, chissà chi vincerà oggi, speriamo bene…”.
    Avendo visto gran parte di Sassari-Bologna poi direi che il divario fra quanto mostrato fin qui da virtus e olimpia è ampio. Bologna dipende moltissimo da Teodosic, piú di quanto Milano dipenda da qualunque dei suoi giocatori di punta (magari lo si prova a mettere sotto pressione con Shields su di lui?).
    La favorita é lampante e credo sia consapevole di esserlo. e speriamo che giochi come tale. Si dice che nella gara secca possa capitare di tutto, ed in parte sicuramente é cosí, ma se milano entrerà in campo convinta della propria forza e decisa ad imporsi, non vedo possibilità per la virtus di uscirne vincitrice.

  2. Favoriti si ma non sottovalutare la Virtus è d’obbligo. Farebbe la sua porca figura anche in EL

Comments are closed.

Next Post

Gigi Datome: Importante essere noi stessi contro un avversario forte

Gigi Datome su Olimpia Milano vs Virtus: Finora siamo stati capaci di fare un buon lavoro, giochiamo la nostra partita

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: