Eurodevotion: Cosa succede a Sergio Rodriguez?

Eurodevotion analizza a firma Alberto Marzagalia il momento di Sergio Rodriguez. Il tutto partendo dalle parole di Hugo Sconocchini su Eurosport

Eurodevotion analizza a firma Alberto Marzagalia il momento di Sergio Rodriguez. Ecco alcuni passaggi:

E’ il tema del giorno in casa Olimpia: cosa succede a Sergio Rodriguez? Quanto incide il periodo nero dell’ex Cska sul rendimento ultimamente assai balbettante della squadra di Ettore Messina?

Sgomberiamo il campo da ogni possibile equivoco: “el Chacho” è un campione assoluto ed ovviamente il giocatore più importante dei biancorossi. Non sarà certo qualche gara (non pochissime in verità) negativa  a far cambiare opinione su chi ha dimostrato in carriera di dominare il gioco sotto tantissimi aspetti.

E magari, dopo aver visto i numeri che qui proponiamo, gioverebbe tenere in dovuta considerazione le sagge parole di Hugo Sconochini che, durante la telecronaca di Fenerbahçe-Olimpia si è espresso così, riguardo le difficoltà dello spagnolo: «Rodriguez era abituato ad avere compagni di un altro livello: giocare al Cska o  al Real è diverso che giocare all’Olimpia, con tutto il rispetto per chi c’è con lui oggi».

A volte, davanti agli occhi di tutti, c’è la verità più evidente: chi conosce il gioco come Hugo non fatica a vederla.

Seguono dati statistici stagionali del Chacho e di altri play di EuroLeague.

12 thoughts on “Eurodevotion: Cosa succede a Sergio Rodriguez?

  1. In questo momento molti hanno qualcosa da dire pure sul Chaco che,non essendo Dio,puo’ sbaglate come tutti i comuni mortali.In riferimento pero’ al match di Istanbul nessuno si chiede se senza il Chaco il nostro Tarch avrebbe fatto quella prestazione?Sergio non puo’ sempre fare le pentole ed i coperchi,chi lo avrebbe dovuto coadiuvare e’ scappato oppure gioca una partita su 5.Io ho grande fiducia nel coach ma se nelle prossime 4 partite non vengono fuori almeno 3 vittorie qualche domanda comincero’ a pormela pure io.

  2. Vero, la qualità diffusa del CSKA dello scorso anno era decisamente incomparabile alla qualità media dell’Olimpia attuale ma ci andrei piano a parlare di un Chacho appannato. I già citati cioccolatini per Tarzan e la voglia di difendere dimostrata dal Sergio quest’anno sono segni del suo esserci nel gioco richiesto da Messina. Credo invece che il maggior imputato delle mancate vittorie sia proprio il sistema stesso che per essere interpretato alla grande richiede precisione e tempismo perfetti che sono nelle corde del Chacho ma non ancora di alcuni suoi compagni. Quando tutto funzionerà potremo prenderci delle belle soddisfazioni

  3. Più del Chacho, che anche se in flessione qualcosa di buono lo può sempre fare, è preoccupante Micov che in queste condizioni oltre a non incidere fa danni. Sarebbe importante un 3 dal mercato.

  4. Forse è un po’ arrivato anche lui. Non si può avere una squadra con così tanti elementi importanti ben oltre i 30 anni e tanti km percorsi. Stagione impostata male…

  5. Capisco che quando le cose vanno male la tendenza è a trovare la prima cosa che capita e darle la colpa, però è meglio essere un filo più assennati e ricordare che:
    – De Colo ha 32 anni
    – Datome ha 32 anni
    – Togliendo il più vecchio da entrambe le squadre (perché Scola cambia la media in un modo che non è realistico), la media dell’età del quintetto base di Olimpia e Fener è identica.
    – Il Fener non aveva giocatori in quintetto sotto i 29 anni, Milano ne aveva 2
    – Il Chacho ha giocato 4 minuti in meno di De Colo

    Giusto per chiarire che se il problema fosse l’età, l’Olimpia sarebbe andata là a sporchettare

  6. D’Antoni Meneghin e McAdoo hanno vinto 2 coppe campioni ad età anche più alta, ma con 66 partite + playoff e coppa Italia non puoi avere così tanti ultra trentenni. Tra l’altro il Fener stesso non è che stia brillando. E se il CSKA che sa come si vince molla Rodriguez e prende James (che non mi manca affatto) avrà fatto qualche ragionamento, no?

  7. Sarebbe meglio che fossero più giovani? Sì. Il problema per cui l’Olimpia non gioca bene è che sono vecchi? A giudicare dalle prestazioni di altri “vecchi”, no, semplicemente.

  8. La verità è quella di Sconocchini..Rodriguez non ha compagni alla sua altezza come invece li aveva al CSKA MOSVA o REAL MADRID..inoltre come ha scritto giustamente biancorossodasempre se il CSKA MOSCA da squadra esperta da Eurolega ha preferito rinunciare a Rodriguez e ha preso James qualche motivo ci sarà

  9. Il Panathinaikos per questioni economiche ha dovuto scegliere tra James e Calathes e ha preferito confermare quest’ultimo..invece il CSKA MOSCA non aveva problemi economici..Mr Tate prima di scrivere informati..ormai.si è capito che sei prevenuto nei confronti di James..😂😂😂😂😂

  10. Certo Orlando ma ti ricordo che hanno giocato insieme poi per motivi economici il Panathinaikos ha dovuto scegliere uno dei due..che poi abbiano scelto Calathes è un loro diritto e ci possono essere tanti fattori però hanno rinunciato a James per motivi economici perché in quel momento non navigavano nell’oro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Trieste vs Olimpia Milano | Fuori Nedovic e Gudaitis

Le scelte di Ettore Messina sul turnover, per la partita della ventesima giornata di Serie A
Nemanja Nedovic

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: