Annunci

Olimpia Milano vs Pistoia | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

Una buona prova di squadra per la formazione biancorossa, nella netta vittoria contro i toscani, con Mack, Nedovic e Brooks su tutti.

Annunci

Mack 7 – Altra prova molto solida da parte del playmaker americano sui due lati del campo: trova sempre più fiducia anche in attacco, oltre al consueto lavoro difensivo.

Micov 6 – Subito due falli, poco utilizzato, anche se fa in tempo a mettere una tripla nel terzo periodo.

LA CRONACA DEL NETTO SUCCESSO BIANCOROSSO

Biligha 6 – Si fa trovare pronto, nei minuti in cui viene chiamato in causa. 

Moraschini 5.5 – Giornata no al tiro, dopo la grande prova balistica contro Varese.

Roll 7 – Continua la crescita dell’ex Maccabi: puntuale quando viene chiamato al tiro, non manca il suo apporto anche dietro.

Gravaghi 6 – La soddisfazione di giocare dei minuti in Serie A, seppur a partita ampiamente risolta.

Tarczewski 6 – Fa un po’ di fatica in avvio, lasciando qualche rimbalzo di troppo ai toscani. Comunque poi si guadagna la sufficienza.  

Nedovic 7 – Tre falli lo tengono in panchina per quasi tutto il primo tempo, poi si scatena nel terzo periodo con la raffica di 15 punti con cui la gara viene definitivamente messa in ghiaccio.

Cinciarini 6.5 – Fa girare bene la squadra e mette anche qualche canestro. Quando viene chiamato in causa, il capitano c’è sempre.

Burns sv – In campo un po’ di minuti, quando la partita è però già ampiamente decisa.

White 6.5 – Finalmente si fa notare in maniera positiva: non solo per le due triple, ma per un atteggiamento aggressivo.

Brooks 7 – Si nota subito con una gran stoppata, lavora in attacco ed a rimbalzo. È probabilmente il più continuo nei minuti in cui è sul parquet. 

Coach Messina 7 – Gestisce al meglio le forze, ottenendo una vittoria senza problemi e lasciando riposare molti giocatori importanti per i prossimi impegni.

Annunci

4 thoughts on “Olimpia Milano vs Pistoia | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Sinceramente quella di ieri mi e’ sembrata piu’ una amichevole, un allenamento aperto a (pochossimi) tifosi. Non me ne vogliano i tifosi toscani ma Pistoia e’ squadra davvero minimal…..
    Importante aver vinto, facendo riposare i big.

  2. il 7 a mack immagino sia per incoraggiarlo. palloni persi per fretta o confusione, liberi che pigliano il primo ferro, ancora discontinuo al tiro. difensore eccellente. attendo di vederlo affrontare gente come teodosic, micic, james, larkin… ancora un po’ spaesato e siamo all’ottava di campionato e quasi alla stessa in euroleague.

  3. La partita con Pistoia forse segna un cambio di prospettiva netto: non basta più la voglia, l’applicazione, serve anche consistenza e rendimento.
    Ed è una nota rivolta a Moraschini, il cui impegno non è mai mancato, ma il cui rendimento deve stabilizzarsi – in alto necessariamente.
    Non fosse stata Pistoia, priva del suo uomo migliore, avremmo potuto soffrire molto di più la mancanza di Moraschini, nonostante fosse in campo.

    Su Mack, d’accordo con Maggi, merita un voto ottimo.
    Posso confermare quello che ho già scritto qui: nonostante qualche errore, tutto sommato banale e facilmente rivedibile, quando gioca come potrebbe, è anche lui uomo decisivo.
    Ha girato la partita con Vittoria, e anche ieri ha condotto la squadra dove doveva essere, 10 punti avanti, nonostante qualche errore veniale, ripeto.
    Un gran giocatore, ma soprattutto uno che risulta anche lui decisivo, quando la squadra avrà bisogno di ordine e difesa, dopo il genio del Chacho.
    Senza per questo – ordine e difesa eccellenti – sottovalutare la sua capacità di arrivare al ferro, a tratti devastante.
    Anche ieri ha portato la squadra avanti di tutto quello che serviva, prima dello show di Nedovic, che l’ha chiusa.

    Continuo a trovare strano che anche ieri sera, in carenza relativa di lunghi, e su una partita facile sulla carta e che si era messa sul facile, Burns non trovi posto in questa squadra, come non ne trovava in quella dell’anno scorso.
    È difficile capire perché, da fuori.
    Certo, poi in campo sbaglia e non poco, ma è chiaro che se non giochi mai, neanche in queste partite, poi per l’ansia di dimostrare sbagli anche dei facili lay up, come ieri sera.
    Mi dispiace, ma mi fido di più di Messina e Pianigiani e delle loro esperienze in spogliatoio Olimpia, che del mio sguardo esterno.

    Perché ieri Brooks, che ha fatto una partita monstre, davanti e dietro, con un paio di stoppate siderali, poteva forse essere risparmiato di più, a un occhio esterno.
    Soprattutto perché Giustino Danesi, prima dell’inizio, l’ha obbligato a un esercizio di stretch della gamba del ginocchio sofferente, che Jeff ha accettato di malavoglia, ma con un buffetto sulla spalla del preparatore. Come dire: ok, ok, lo faccio, ma cheppalle.

    Piaciuto molto, e sempre di più, Roll.
    Per me un Bertans con più trattamento della palla e più visione.

    Dispiace molto perdere di nuovo Gudaitis, e per di più contro Kimkhi e Maccabi, czz!

  4. Concordo su Burns: anche qui non trova posto e un motivo ci sara’.
    Moraschini secondo me ha difficolta’ legate anche al ruolo, giocando come due, tre o anche uno. Ma e’ un ragazzo serio e ha la fiducia piu’ totale del coach: si ritrovera’ persto.
    Roll e’ la “sorpresa nascosta” nel senso che non e’ arrivato con i clamori del Chacho o di Scola (giustamente) ma e’ l’uomo che fa la cosa giusta al momento giusto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Andrea Cinciarini aggancia Claudio Coldebella

In Olimpia Milano vs Pistoia Andrea Cinciarini ha toccato quota 154 presenze con la maglia biancorossa. E' a -1 da Cesare Rubini
Andrea Cinciarini

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: