Presentazione flash per Barcellona-Olimpia Milano, nono round di EuroLeague con palla a due alle ore 21 e diretta solo su Eurosport Player.

Forte di cinque vittorie nelle ultime sei gare, la squadra di Simone Pianigiani cerca il quarto successo su quattro trasferte in questa edizione. Per farlo, undici uomini undici, con Simone Fontecchio e Christian Burns spettatori mercoledì con il Baskonia.

Certamente atteso ad un minutaggio più considerevole anche Mindaugas Kuzminskas, mentre Andrea Cinciarini dovrà dare una grossa mano a Mike James e Curtis Jerrells nel confronto con la coppia Thomas Heurtel e Kevin Pangos.

Ma  la grande battaglia sarà inevitabilmente nel pitturato. Il Barcellona può contare su lunghi importanti come i centri Kevin Seraphin e Ante Tomic, e su ali del valore di Pierre Oriola, Victor Claver e Chris Singleton. L’americano, chicca di mercato, venne trattato a lungo da Milano anche in questo mercato estivo, portando il Barcellona a chiudere la trattativa intorno ai due milioni di dollari per una stagione.

Una sfida complicata per i vari Arturas Gudaitis, Jeff Brooks e Kalerb Tarczewski, da qui la necessità predetta di garantire minuti di durezza a Christian Burns. 

Barcellona nel pieno di una settimana delicatissima. Il ko dell’Oaka ha chiuso una striscia di cinque successi in fila che ha allontanato i fantasmi dalla panchina di Svetislav Pesic, comparsi pesantemente dopo la maledetta notte di Gran Canaria. E domenica sarà tempo di clàsico, un vero e proprio spareggio visto che i blaugrana e il Madrid sono prime in classifica con 8 vittorie e una sconfitta.

Per l’occasione, questa sera al Palau Blaugrana Svetislav Pesic recupererà Adam Hanga, assente all’Oaka per un problema alla spalla. L’ungherese è chiamato agli straordinari contro Vladimir Micov, terzo marcatore di questa EuroLeague dietro ad Alexey Shved e Mike James.

Annunci

1 Comment »

  1. Non conosco lo stato di forma (stanchezza) dei nostri e certo qualche buon minuto di Burns non puo’ che farci bene. Sogno una vittoria che sarebbe entusiasmante sia perche’ ci lancerebbe in orbita sia perche’ sarebbe contro una diretta avversaria.
    Una chiosa. Per me, amante dei centri puri con movimenti spalle a canestro, vedere giocare Tomic e’ sempre un piacere.

Rispondi